Metodi di cottura e condimenti

La dieta del diabetico non prevede forti restrizioni ma in ogni caso è importante seguire una dieta ben equilibrata.
Ecco alcuni utili consigli per mangiare e gustare i nostri piatti preferiti senza limitazioni.

Metodi di Cottura
Metodi di cottura consigliati: ai ferri, alla griglia, in forno, a vapore, a bagnomaria ed al cartoccio.
Per i fritti usare olio di oliva oppure di semi, ma non superare i 180° di temperatura durante la cottura (niente fumo e l’olio non deve diventare scuro).
I legumi e le verdure vanno cotti in pochissima acqua ed a recipiente chiuso per non disperdere il loro patrimonio vitaminico e minerale.

I condimenti
Per i condimenti sono da preferire i grassi di origine vegetale (olio di oliva o di semi).
Non è necessaria una particolare limitazione del sale, se non in presenza di ipertensione, nefropatie croniche o altre controindicazioni.
Per insaporire i cibi si possono usare particolari tipi di sale privo di sodio acquistabili in farmacia.
Tutte le spezie quali pepe, paprika, peperoncino, senape, noce moscata, cannella, zafferano, zenzero, semi di finocchio, timo, maggiorana, salvia, rosmarino, basilico, alloro, menta, possono essere usate come pure succo di limone, aceto, estratti di carni, estratti per brodo e dadi per brodo.

Le equivalenze

  • un cucchiaio da minestra contiene 20 g di burro equivalenti a 25 g di riso;
  • un cucchiaio da caffè contiene 4 g di cacao amaro in polvere equivalenti a 8 g di zucchero;
  • 1 fetta biscottata equivale a 2 cracker;
  • 40 ml di caffè equivalenti a 125 ml di tè o a 250 ml di caffè-latte;
  • 75 ml di aperitivo equivalgono a 150 ml di vino o a 180 ml di spumante.