Quella mezz’ora di “debito di sonno” che pesa sul metabolismo

 

Il ritmo frenetico delle giornate, a causa dei continui impegni di lavoro e personali,  ci porta spesso a desiderare il fine settimana per poter finalmente recuperare quel “debito di sonno” accumulato. Ma come ogni primavera, arriva il momento di rispostare le lancette dell’orologio avanti di un’ora e addio recupero. Quali sono gli effetti di un …

Agire sugli stili di vita!

 

Non fallire nella terapia per tenere sotto controllo il diabete è la sfida principale per le persone che lo affrontano ogni giorno. Sembrano funzionare alcuni programmi mirati, con lo scopo di modificare gli stili di vita, basati sulla terapia cognitiva comportamentale. Grazie a questa terapia la persona con diabete impara a gestirsi, sviluppa capacità e abilità …

I neuroni che controllano l’appetito ricavati dalla pelle

 

Ottenuti per la prima volta i neuroni che regolano l’appetito  da cellule della pelle umana. Questo modello cellulare permetterà di studiare i meccanismi alla base del controllo del peso e nuove terapie per combattere l’obesità.I ricercatori sono riusciti per la prima volta a trasformare le cellule della pelle umana in un particolare tipo di neuroni, …

Diabete di tipo 2: meglio una colazione energetica

 

Le persone con diabete di tipo 2 dovrebbero amare la prima colazione: non solo evitare di saltarla, ma concedersene una sostanziosa è un buon modo per distribuire al meglio le calorie nell’arco della giornata e avere sotto controllo la glicemia. La colazione è importante per tutti, ma soprattutto per chi ha il diabete di tipo …

Diabete: prevenire meglio con terapie a misura di paziente

 

Un gruppo di ricercatori della University of Michigan Medical School di Ann Arbor, negli Stati Uniti, ha creato un modello di “medicina di precisione”, che potrebbe migliorare la prevenzione del diabete nelle persone ad alto rischio, individuando le migliori strategie di trattamento possibili. I risultati del lavoro sono stati pubblicati sul British Medical Journal. Guidati …

Pillole “di pancreas” per rispondere al diabete

 

Pochi mesi fa è iniziato e si è concluso positivamente, un test per verificare la sicurezza di un nuovo dispositivo per la lotta al diabete. E altri due trial dovrebbero partire a breve. Queste “pillole di pancreas” promettono infatti di modificare l’attuale terapia per il controllo della glicemia. In realtà, su questo fronte, le promesse, le …

Come il cervello brucia il grasso e combatte l’obesità

 

Il nostro corpo immagazzina il grasso all’interno di cellule specializzate, gli adipociti, che compongono il tessuto grasso. Questo tessuto può essere di due tipi: grasso bianco, quando ha funzioni riserva e di protezione del corpo dagli urti, o grasso bruno, quando ha il compito di bruciare il grasso per produrre calore.  Mentre il grasso bianco …

E a scuola? Farmaci, assistenza e continuità terapeutica sotto esame

 

Chi ha una malattia cronica fin dall’infanzia deve attraversare alcune fasi molto delicate. La diagnosi è mediata e gestita insieme ai genitori e alla famiglia e – se il bambino è molto piccolo o neonato – saranno proprio i genitori a dover superare per primi l’accettazione e la necessità di informarsi per agire in modo …

Diabete di tipo 1 e microbioma

 

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune dove gli anticorpi prodotti attaccano le cellule del pancreas che producono insulina, causando alterazioni degli zuccheri nel sangue e a iperglicemia. La ricerca ha da tempo individuato un legame tra diabete di tipo 1 e disturbi del microbioma, l’insieme di batteri che risiedono nell’intestino e che …

Insulina intelligente

 

Un’insulina intelligente, che potrebbe evitare le fastidiose e scomode procedure a cui si sottopone costantemente una persona con diabete: a crearla sono stati i ricercatori del Children’s Hospital di Bostone del MIT, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista PNAS. Come funziona questa nuova molecola? Si tratta di un’insulina modificata, Ins-PBA-F . In pratica …