Il volto del diabete di tipo 1, disegnato dai giovani e bambini

 

Che volto ha il diabete? È questa la domanda a cui uno studio qualitativo, condotto in maniera preliminare su un piccolo numero di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1, ha cercato di rispondere, indagando la comprensione dell’esperienza vissuta dai giovani con questa condizione attraverso il disegno. Dalle produzioni artistiche dei partecipanti e dai successivi colloqui con …

I pregiudizi su età, genere ed etnia influenzano le decisioni delle persone con diabete

 

In medicina, le diseguaglianze, che si possono manifestare con discriminazioni e pregiudizi nei confronti di minoranze e di categorie marginalizzate, sono un problema reale, che peggiora notevolmente l’assistenza sanitaria in ogni ambito. Sono stati condotti numerosi studi su quanto per esempio occorrano professioniste sanitarie di genere femminile e/o di etnie diverse da quella caucasica (specie in paesi come gli Stati …

Resilienza al diabete: l’importanza nei pazienti con diabete di tipo 2

 

Dapprima una parola desueta e poco utilizzata, che affondava le sue radici etimologiche nell’ambito tecnico-scientifico, presto è diventata di largo impiego nel linguaggio scritto e parlato, come simbolo di superamento delle avversità: stiamo parlando della resilienza. Secondo il dizionario Garzanti della lingua italiana, la resilienza è la capacità di resistere e di reagire di fronte a difficoltà, avversità ed …

Sonno, perché è importante nelle persone con diabete di tipo 1

 

Diversi studi hanno evidenziato come le persone con diabete di tipo 1 sperimentano maggiori disturbi del sonno rispetto a quelle senza diabete. Quello che non è chiaro sono la natura specifica, le cause e le conseguenze di questi disturbi del sonno, sia per quanto riguarda i pazienti con diabete, sia per i loro familiari e partner: è …

Diabete di tipo 2: l’importanza della motivazione

 

Spesso la diagnosi di diabete di tipo 2 è vissuta con disagio dalle persone interessate, ma può anche diventare un’opportunità per permettere loro di acquisire abitudini più sane, come per esempio avere un’alimentazione più equilibrata oppure praticare più attività fisica. Ma basta solo una diagnosi per modificare lo stile di vita delle persone? La maggior parte delle volte no, …

Diabete di tipo 2, abbattere la resistenza psicologica all’insulina

 

Chi è affetto da diabete di tipo 2 forse già lo sa: nonostante la terapia con l’insulina sia il trattamento più efficace per mantenere i livelli di glucosio nel sangue ottimali, la maggior parte delle volte si tende a posticiparne l’inizio. E spesso e volentieri non si tratta semplicemente di un ritardo: circa un quarto delle persone …

L’ipoglicemia influenza la qualità della vita di chi ha il diabete di tipo 1

 

Prima la diagnosi, poi la gestione della quotidianità: vivere con il diabete di tipo 1 non sempre è facile, e per questo gli studi in questo ambito non si concentrano solo sulle basi biologiche e le ricadute cliniche, ma anche sull’impatto che questa malattia ha sulla vita dei pazienti, con l’obiettivo di migliorarla su più fronti …

A che gioco giochiamo? La gamification nella gestione del diabete

 

“Giòco, o giuòco, dal latino iŏcus «scherzo, burla»: qualsiasi attività liberamente scelta a cui si dedichino bambini o adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago, sviluppando ed esercitando nello stesso tempo capacità fisiche, manuali e intellettive”. Questa è la definizione data dall’Enciclopedia Treccani del termine gioco, attività con cui abbiamo a che fare tutti, …

Diabete e disuguaglianze: verso l’equità nella salute

 

Quanto incide dove nasciamo e come viviamo sull’insorgenza e la gestione del diabete di tipo 2? Molto, perché i fattori sociali influenzano in maniera significativa la nostra salute. L’obesità e il diabete di tipo 2 sono malattie: ciò vuol dire che a livello biologico e fisiologico smette di funzionare qualcosa, e per ottenere di nuovo …

Il potere dello storytelling nella gestione del diabete di tipo 2

 

L’Odissea e il ciclo bretone di Re Artù sono degli esempi, ma anche Guerre Stellari ed Harry Potter: gli esseri umani raccontano storie da sempre. Secondo diversi antropologi, infatti, sarebbero proprio le storie a renderci umani.  Le storie pervadono tutto il nostro mondo e, nell’ambito di malattie croniche come il diabete di tipo 2, possono …