Caldo record: come comportarsi se si ha il diabete? 

 

L’ondata di caldo anomalo che da settimane sta colpendo tutta Europa sembra non stare per arrestarsi: una situazione di emergenza che può avere importanti ripercussioni sulla salute delle persone più fragili, come anziani, bambini, donne in gravidanza e persone con patologie croniche come il diabete.  A questo proposito, il professor Giorgio Sesti, presidente della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI), ha condiviso …

Una “pandemia silenziosa” in crescita: tutti i numeri del diabete

 

Lo scorso mese è stata presentata la “Relazione al Parlamento 2021 sullo stato delle conoscenze e delle nuove acquisizioni in tema di diabete mellito”, il report annuale elaborato dal Ministero della Salute che fornisce una panoramica aggiornata sui dati legati al diabete e sull’impegno messo in atto per contrastare questa patologia cronica. La relazione prende …

I pregiudizi su età, genere ed etnia influenzano le decisioni delle persone con diabete

 

In medicina, le diseguaglianze, che si possono manifestare con discriminazioni e pregiudizi nei confronti di minoranze e di categorie marginalizzate, sono un problema reale, che peggiora notevolmente l’assistenza sanitaria in ogni ambito. Sono stati condotti numerosi studi su quanto per esempio occorrano professioniste sanitarie di genere femminile e/o di etnie diverse da quella caucasica (specie in paesi come gli Stati …

Assistenza diabetologica e PNRR: le proposte degli esperti

 

Maggiore integrazione tra strutture diabetologiche e medicina del territorio, rafforzamento dei centri multi-professionali e potenziamento della telemedicina: sono queste alcune delle indicazioni individuate dagli esperti dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) e della Società Italiana di Diabetologia (SID) per la diabetologia italiana del futuro e condivise in un Position Paper col Senato e il Ministro della Salute Roberto Speranza.  Le linee guida, stilate dalle due principali …

Resilienza al diabete: l’importanza nei pazienti con diabete di tipo 2

 

Dapprima una parola desueta e poco utilizzata, che affondava le sue radici etimologiche nell’ambito tecnico-scientifico, presto è diventata di largo impiego nel linguaggio scritto e parlato, come simbolo di superamento delle avversità: stiamo parlando della resilienza. Secondo il dizionario Garzanti della lingua italiana, la resilienza è la capacità di resistere e di reagire di fronte a difficoltà, avversità ed …

Farmaci anti-diabete: ora anche il medico di base può prescriverli

 

Anche i medici di base, e non più solamente gli specialisti, possono prescrivere i farmaci contro il diabete di tipo 2 e le sue complicanze. Si tratta di un provvedimento storico, approvato lo scorso 26 gennaio dall’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, attraverso la cosiddetta “Nota 100”.  In particolare, si consente ai medici di medicina generale …

Diabete di tipo 2: l’importanza della motivazione

 

Spesso la diagnosi di diabete di tipo 2 è vissuta con disagio dalle persone interessate, ma può anche diventare un’opportunità per permettere loro di acquisire abitudini più sane, come per esempio avere un’alimentazione più equilibrata oppure praticare più attività fisica. Ma basta solo una diagnosi per modificare lo stile di vita delle persone? La maggior parte delle volte no, …

Il Covid aumenta il rischio di diabete in bambini e ragazzi?

 

Un recente studio americano ha messo in luce un significativo aumento di casi di diabete in bambini e ragazzi con meno di 18 anni nei 30 giorni successivi all’infezione da Covid-19. Lo studio, condotto dai ricercatori dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e pubblicato nel Morbidity and Mortality Weekly Report, è stato effettuato analizzando i dati sanitari provenienti …

Diabete di tipo 2, abbattere la resistenza psicologica all’insulina

 

Chi è affetto da diabete di tipo 2 forse già lo sa: nonostante la terapia con l’insulina sia il trattamento più efficace per mantenere i livelli di glucosio nel sangue ottimali, la maggior parte delle volte si tende a posticiparne l’inizio. E spesso e volentieri non si tratta semplicemente di un ritardo: circa un quarto delle persone …