Diabete di tipo 2: la comunicazione necessaria

Negli ultimi decenni la medicina si sta spostando sempre più da un modello di cura disease-centered, ovvero centrato sulla malattia in senso biomedico, a un modello patient-centered, centrato sul paziente. La comunicazione durante le visite mediche era tradizionalmente guidata dal medico e finalizzata a raccogliere informazioni utili per la diagnosi e la terapia; nell’approccio centrato sul …

Attività fisica e diabete 2: un’indagine narrativa

L’attività fisica è uno dei pilastri della terapia del diabete di tipo 2: lo troviamo scritto e prescritto ovunque. Ce lo dice l’OMS, ce lo dicono le società scientifiche, ce lo dicono le associazioni di pazienti e ve lo diciamo continuamente anche noi, su questo sito. Ripeterlo non fa male, certo, ma tra il dire …

Malattia e arti figurative: ritratto del diabete di tipo 1

Immagine di copertina ©Appleton Il rapporto tra arti figurative e malattia è da sempre molto stretto, anche nell’arte contemporanea. L’esempio più noto è probabilmente quello della pittrice messicana Frida Kahlo che ha fatto della sua esperienza di malattia – un incidente che le lesionò gravemente la spina dorsale e alcuni organi interni, costringendola a convivere …

Diabete: le narrazioni dei medici e quelle dei pazienti

Quando parlate con il vostro medico vi è mai capitato di avere la sensazione di parlare due lingue diverse? Non mi riferisco soltanto al linguaggio tecnico, che richiederebbe a volte una vera e propria traduzione, ma di una distanza più radicale di significati, di visione del mondo. Bene, sappiate che anche al medico capita la …

Diabete di tipo 2: il coinvolgimento della famiglia

 

Nella nostra società fortemente individualistica siamo abituati a pensare alla malattia come qualcosa (una sfida, una guerra, una maratona… scegliete voi la metafora) da affrontare da soli, grazie alla nostra forza di volontà e alle nostre capacità. Questa immagine dell’eroe solitario contro le avversità della vita può essere un forte stimolo a reagire con responsabilità …

Diabete di tipo 2: le poesie che lottano contro le ingiustizie sociali

 

Il diabete di tipo 2 è in ascesa in tutto il mondo occidentale tanto che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità rappresenta un rilevante problema di salute pubblica. A fare la differenza sono i cosiddetti determinanti sociali della salute. Che cosa si intende con questo termine? Sappiamo che la salute non è esclusivamente un problema individuale …

Braccialetti blu: l’esperienza narrativa della diabetologia di Chieti

“Tutto è nato spontaneamente, quasi per caso. All’inizio c’era solo un gruppo di 4 pazienti con microinfusore, che avevano bisogno di confrontarsi e avere informazioni. Oggi siamo più di 70 Braccialetti blu!”. Racconta così Alessia Quirino, infermiera presso l’ambulatorio Diabetologia ospedaliera della Clinica medica di Chieti e madrina dell’iniziativa Braccialetti Blu, un progetto che coniuga …

Diabete e cinema

Come viene rappresentato il diabete al cinema? In questa rubrica abbiamo parlato spesso di come le storie possono essere uno strumento di cura e di educazione per le persone che convivono con questa malattia. Ma al di fuori dell’ambiente terapeutico, viviamo costantemente immersi nelle storie come, per esempio, quelle raccontate dalla cinematografia. Storie che hanno …

Diabete Mellito: la Medicina Narrativa per la Terapia Medica Nutrizionale

“La Terapia Medica Nutrizionale è parte integrante del trattamento e della autogestione del diabete ed è raccomandata per tutte le persone con diabete tipo 1 e diabete tipo 2, come componente efficace del piano di trattamento globale della malattia, con l’obiettivo di mantenere o migliorare la qualità di vita, il benessere fisiologico e nutrizionale e …

Diabete infantile: il ricovero ospedaliero dal punto di vista del bambino

In Italia vivono circa 20.000 bambini e adolescenti con diabete mellito tipo 1 (DMT1). Molti di questi bambini, soprattutto se molto piccoli, subisco il trauma del ricovero ospedaliero: secondo l’American Diabetes Association  circa il 30% dei bambini che riceve una diagnosi di DT1 lo scopre perché colpito da chetoacidosi, una complicanza acuta che richiede un …

Pagina 1 di 3123